Amore: una parola talmente male utilizzata da essere arrivata oramai a significare tutto ed il contrario di tutto.

Poeti e speculatori la utilizzano nei modi più disparati ed il risultato è che, al giorno d’oggi, quello che sappiamo e che siamo convinti essere giusto riguardo all’amore in realtà è quasi sempre falso e sbagliato.

Quindi oggi facciamo un po di chiarezza e parliamo delle 6  più grandi bugie che ti hanno mai detto riguardo all’amore.

Ovviamente, a scapito di fraintendimenti, urge specificare che l’amore di cui parliamo è quello di coppia, romantico, e che non parliamo ad esempio dell’amore che un genitore può provare per i suoi figli.

Pronto?

3… 2… 1… via! 😀

 

UNO: L’AMORE E’ UN’EMOZIONE

Partiamo subito col botto.

Tutti quanti siamo convinti che l’amore sia un’emozione ma questa convinzione è falsa: l’amore è uno status che comprende si le emozioni ma, contemporaneamente, anche un lato estremamente lucido e razionale che ci porta a prendere decisioni consce e per niente influenzate dai sentimenti riguardo la persona che decidiamo (per l’appunto) di avere accanto.

Parliamo di determinazione, di fedeltà, di progetti condivisi e, sopratutto, di decisioni riguardo al passare realmente un’intera vita insieme affrontando insieme sia momenti belli che momenti brutti.

Senza questa capacità razionale l’amore non esiste e l’unica cosa di cui possiamo parlare è una forte attrazione “animale” che annebbia i nostri pensieri ed il nostro giudizio.

PER SAPERNE DI PIU’ PUOI LEGGERE: COME SMETTERE DI SOFFRIRE PER AMORE

 

DUE: LE EMOZIONI LEGATE ALL’AMORE SONO MOLTO FORTI

Direttamente collegata alla prima bugia sul fatto che l’amore sia un’emozione, siamo altrettanto convinti che le emozioni legate all’amore siano molto forti.

Questa convinzione è falsa in quanto le emozioni legate all’amore sono in realtà molto “calme” e “leggere.

Parliamo principalmente di uno stato di tranquillità che si raggiunge a seguito della strutturazione di un rapporto basato sulla reciproca conoscenza e fiducia.

Le emozioni forti che tutti proclamano essere parte dell’amore sono invece paura e tensione dovuti all’incertezza di quello che sarà ed alla non sicurezza nell’eventuale partner.

In quanto tali queste emozioni sono una chiara dimostrazione o di un rapporto disfunzionale o di una mancanza d’autostima da parte di chi le prova che ti portano a non essere un partner adatto ad una relazione stabile.

PER SAPERNE DI PIU’ PUOI LEGGERE: LE EMOZIONI PRINCIPALI DI AMORE ED INNAMORAMENTO

 

TRE: ESISTE L’AMORE A SENSO UNICO

L’amore senza speranza, quello che proviamo verso qualcuno che non ci ricambia, in realtà non è per niente amore.

In questi casi infatti possiamo parlare solo di una cosa: ossessione.

Non esiste amore se non nella condivisione sia di sentimento che di obiettivi da parte di due persone e, se tale condivisione non esiste alla stessa maniera risulta inesistente l’amore stesso.

Quello che ci troviamo a vivere è, invece, uno stato ossessivo basato sul desiderio che non ha assolutamente niente da spartire con l’amore in se.

Tale stato ossessivo può essere provocato da diversi fattori: a partire da una manipolazione subita fino ad arrivare a stati di debolezza emotiva e bassa autostima della persona ossessionata causati da traumi emotivi passati.

PER SAPERNE DI PIU’ PUOI LEGGERE: PENSAVI FOSSE AMORE? E INVECE E’ OSSESSIONE…

 

QUATTRO: SE CI PENSI CONTINUAMENTE E’ AMORE

Pensare continuamente ad un’altra significa essere innamorati?

Assolutamente no.

Esattamente come per l’ultimo punto il pensiero ossessivo verso una persona è indice solo di una cosa: ossessione.

Pensare continuamente a qualcuno è una delle caratteristiche della dipendenza affettiva e denota un “io” poco sviluppato che porta ad appoggiarsi agli altri più come ancora di salvezza che altro.

Pensare costantemente a qualcun altro è oltretutto il risultato di una situazione incerta in cui non abbiamo fiducia e certezze in relazione al partner.

 

CINQUE: SE HAI BISOGNO DI QUALCUNO E’ AMORE

Direttamente collegato al fatto che pensi continuamente a qualcun altro, anche il bisogno assoluto di avere accanto una persona non è sintomo d’amore ma di dipendenza affettiva.

Una delle principali caratteristiche della maturità relazionale infatti è proprio quella di non avere bisogno di qualcuno ma senza diventare cinici verso il prossimo.

Avere bisogno significa sminuirsi e considerarsi inferiori, seppur spesso senza rendersene conto, a qualcun altro.

Questa sensazione di inferiorità ci porta a vedere il partner come una sorta di “ancora di salvezza” della nostra vita e non ci rendiamo conto che l’amore non è qualcosa che deve salvarci, siamo solo noi a dover salvare noi stessi, quando invece un’aggiunta piacevole alla nostra vita-

PER SAPERNE DI PIU’ PUOI LEGGERE: LE TRAPPOLE DELLA DIPENDENZA AFFETTIVA

 

SEI: SE AMI QUALCUNO DEVI COMBATTERE PER AVERLO ACCANTO

Quante volte capita di sentir dire queste parole?

Magari all’interno di un film o telefilm, magari dette da qualche amico.

“Lo ami davvero? Allora devi combattere…”

Poche cose sono più sbagliate di questa.

Se esiste il bisogno di combattere ed impegnarsi per far colpo e piacere a qualcuno nonché convincerlo a stare con noi, vuole dire che la nostra effettiva compatibilità con questa persona non è sufficientemente alta a farle decidere di condividere la vita con noi.

Le obiezioni tipo: “ma potrebbe esserlo se…” sono poi ulteriori bugie che ci diciamo per giustificare il nostro stato ossessivo.

La verità è che se un rapporto non si crea “naturalmente” allora quel rapporto non merita di esistere e nel 99% dei casi, forzando la mano, il risultato sarà un rapporto disfunzionale che finirà quasi sicuramente con recriminazioni e dolore.

PER SAPERNE DI PIU’ PUOI LEGGERE: LA BUGIA DELLE TECNICHE DI SEDUZIONE

 

CONCLUSIONI

Ogni singola bugia è come una tessera del domino e nel momento in cui credi ad una sola di loro si attivano tutte le altre.

Se riescono a convincerti che l’amore sia una forte emozione ad esempio diventa inevitabile interpretare tali emozioni (ansia, tensione, spesso paura), che vengono spesso create da stati di dipendenza ed ossessione, come dimostrazioni evidenti del tuo amore verso qualcuno.

Una singola bugia quindi rende plausibili tutte le altre e ti rovina la vita oltre vette che mai potresti immaginare.

Funziona però anche al contrario: se riesci a vedere il falso in una sola di queste bugie, come per magia diventano false anche tutte le altre.

Se anche volessi cominciare dalla fine, basta capire che combattere per avere accanto qualcuno che non ci vuole è una stupidaggine ed automaticamente diventa evidente che l’amore non potrà mai e poi mai essere composto solo da emozioni forti perché se una relazione si crea “naturalmente” allora le emozioni principali saranno per forza di cose molto tranquille.

E’ tutto collegato.

Credere ad una bugia ti rende suscettibile a tutte le altre.

Non crederci ti rende forte ed inattaccabile da tutte le altre.

Quindi ora sta a te.

Solo tu puoi decidere se credere alle bugie che ti hanno insegnato o liberarti.

Io posso solo salutarti con un abbraccio,

Luca Leonardi

 

Lascia un Pensiero