Parliamo d’ amore in maniera diversa.

Nell’articolo “COME SMETTERE DI SOFFRIRE PER AMORE” ti ho parlato di quello che le persone dicono dell’amore, pensano che sia amore (ma non è) e quello che, a parer mio, è amore davvero.

Generalmente all’interno degli articoli di Amore Oggi parliamo di amore in termini scientifici ma, uno degli aspetti più interessanti delle mie ricerche, è quello del riuscire a riscontrare come anche la religione, praticamente sempre, afferma le stesse identiche cose della scienza.

In questo articolo quindi, tramite un’esperienza che ho vissuto realmente in passato, ti voglio parlare del concetto stesso di amore in chiave diversa e più… spirituale.

Pronto?

3… 2… 1… via! 😀

L’AMORE CHE DURA E QUELLO CHE NON DURA

Quello che la gente pensa essere amore in realtà è attrazione.

Se andiamo ad osservare le coppie che durano e quelle che scoppiano possiamo renderci conto che la differenza principale è che nelle prime esiste, oltre al lato sentimentale “attrattivo” anche un fortissimo lato razionale composto da scelta e determinazione.

La scelta di dedicare davvero la vita a qualcuno.

La determinazione di mantenere fede alla propria scelta attraverso ogni avversità.

SPIRITI E SOGNI

Mi trovavo in chiesa (per chi non lo sapesse io sono un credente non battezzato, e simpatizzo con una chiesa cristiana protestante), ed il pastore durante il sermone raccontava la storia di Mosè e di come egli fu preparato da Dio a liberare il popolo d’Israele dal giogo impostogli dal popolo egiziano.

Tra le varie informazioni che mi hanno colpito durante quel sermone ve n’era una legata allo “spiritismo” o meglio, al fatto che molte persone sia esterne che interne al cristianesimo, credono che i morti siano in mezzo a noi sotto forma di spiriti.

Che sia vero o no non è importante, quello che è importante è che se una persona crede nella bibbia, allora non può credere all’esistenza degli spiriti dei morti perché all’interno dei sacri testi è scritto chiaramente che così non è

Stando alla bibbia quelli che noi crediamo essere spiriti sono in realtà demoni che cercano di plagiare l’animo umano.

Il discorso però, mi fece tornare in mente un’esperienza passata in cui avevo sognato un parente deceduto che mi guidava in una scelta che, da li a poco, mi sarei ritrovato a fare davvero.

Considerando il fatto che generalmente io non sogno mai e che se sogno non lo ricordo… la limpidezza di quell’unica esperienza mi colpì molto.

Così, a sermone finito, mi avvicinai al pastore per chiedergli se Dio potesse comunicare con gli Uomini tramite i sogni e, più nello specifico, utilizzando l’immagine di qualche persona importante che ci ha lasciati.

LA MALVAGITA’ DELLE EMOZIONI SECONDO LA RELIGIONE

Abbiamo parlato un po’ e c’è stata una cosa che mi ha colpito nel profondo.

Quello che disse fu che il grande ingannatore, satana, riesce a manipolare le persone giocando su sentimenti e sensazioni.

Uno dei problemi del mondo è proprio che la gente fa o non fa determinate azioni e determinate scelte solo seguendo le emozioni del momento invece di seguire la ragione.

Che per quanto Dio parli al cuore, agisce principalmente tramite la ragione: vogliamo ricordarci le tante volte che, all’interno della bibbia, i doni di dio ai suoi prescelti erano proprio ragione e saggezza?

Satana dal canto suo invece fa provare paure o eccitazioni carnali per spingerci a sbagliare.

ASSOCIAZIONE TRA RELIGIONE E SCIENZA

Prima di quel momento non avevo mai fatto l’associazione tra l’importanza scientifica della razionalità, gli sbagli che commettiamo quando ci abbandoniamo alle emozioni come le bestie e la religione ma sentendo queste parole non ho potuto far altro che riportare la mente a tutti gli anni di studio ed osservazione delle coppie, alle conclusioni che avevo raggiunto nonché all’ articolo che avevo scritto spiegando proprio che l’attrazione, ovvero le sensazioni che proviamo e che ci spingono a determinati comportamenti, le stesse emozioni che erroneamente chiamiamo amore e che ci portano a vivere relazioni fallimentari e dolorose non va seguita.

E’ una semplice emozione istintiva.

Quello che dovremmo fare è invece affidarci maggiormente alla razionalità perché solo quella, aggiunta al resto, ci permetterà di vivere relazioni d’amore veramente appaganti.

LA REALTA’ DEL NOSTRO MONDO

Se proprio vogliamo poi, possiamo ampliare il ragionamento andando ad analizzare la maniera in cui le emozioni vengono sfruttate per manipolare le persone all’interno della nostra società.

Un politico vuole più voti degli avversari? Allora la campagna elettorale non si basa sulla verità… ma sul far arrabbiare le persone verso i rivali facendogli provare contemporaneamente emozioni di euforia verso di te.

Qualcuno vuole venderti qualcosa? Ci sono fior fiori di corsi di marketing e comunicazione che insegnano una sola cosa: se vuoi vendere devi giocare con le emozioni del tuo cliente. Tecniche mirate a farti sentire in debito, a sfruttare un’eventuale riconoscenza, a farti sentire in colpa… vogliamo parlare del classico “non so per quanto tempo posso tenertelo da parte perché ho già altre persone interessate” che ti spinge a comprare facendo leva sulla paura?

Qualcuno vuole avere milioni di condivisioni sui social per ottenere visibilità? Allora basta seguire un corso di copywriting all’interno del quale ti insegnano che o scrivi qualcosa che fa incazzare le persone così la condividono… oppure prendi un grosso difetto della gente e, modificando ricerche varie ed eventuali (se non inventate di sana pianta) le fai diventare pregi attribuendo il merito della scoperta alla scienza (esempio: le persone più irascibili sono le migliori, lo dice la scienza). In questo modo le persone che possiedono quel difetto si sentono esaltate e sono più propense a condividere l’articolo per mostrare al mondo quanto siano “migliori”.

Ed i manipolatori relazionali? Giocano sulle speranze e le aspettative delle loro vittime, per poi disilluderle giocando sulla confusione, facendo provare paura, speranza…

Insomma: se vogliamo guardare i fatti è palese ed evidente che, più ci lasciamo guidare unicamente dalle emozioni più altro non siamo che bestie che, non appena qualcuno ci agita un bastone davanti agli occhi e lo lancia corrono ad afferrarlo.

Solo che ed una volta che lo abbiamo preso e riportato ce ne verrà lanciato un altro.

Perché è solo un gioco dal quale non otteniamo nulla.

Siamo burattini controllati da chi vuole farsi due risate guardando come rincorriamo i bastoni che ci tirano.

CONCLUSIONI

Insomma: dal niente, improvvisamente ed in un luogo totalmente imprevisto ecco l’ennesima dimostrazione.

L’ennesima prova che attiva i neuroni, fa ragionare e porta maggiore consapevolezza sul fatto che quello che diciamo su amore oggi altro non è che la realtà dei fatti.

la scienza dice una cosa.

La religione dice la stessa identica cosa.

La realtà dei fatti è davanti agli occhi di tutti.

Solo che c’è ancora la vocina della massa che nell’orecchio ti sussurra: “ehi, non farci caso, continua come sempre, non crederci che le cose giuste te le ho già dette io”.

Così noi possiamo decidere a quale voce prestare orecchio e, in base a questa scelta, decidere anche che tipo di vita e di relazioni vivremo.

Il maligno ci manipola tramite le emozioni, Dio invece parla al cuore ed alla razionalità.

L’attrazione ci porta a vivere relazioni fallimentari e spesso a ferire ed essere feriti mentre la capacità di conoscere e scegliere razionalmente può portarci all’amore.

Si, scienza e religione, per chi ha voglia di intendere, ci dicono esattamente la stessa cosa.

Un abbraccio,

Luca Leonardi

P.S. nel caso ti interessasse la risposta che mi è stata data dal pastore alla mia domanda sui sogni: Dio non ha bisogno di utilizzare l’immagine di persone decedute per comunicare con noi, può farlo tramite sogno o, come forse è successo questa volta tramite il sermone ed il pastore stesso, tramite le parole di qualcun altro che arrivano proprio nel momento giusto ed all’improvviso. Quello che è certo è che non ha bisogno di utilizzare un morto come in un film di zombie.

Lascia un Pensiero