In questo articolo ti parlerò dell’Attrazione.

Che cos’è davvero, quali sono i suoi effetti nella tua vita e… come mai è quasi sempre un’emozione molto negativa per le tue scelte sentimentali.

Ci siamo?

3… 2… 1… via! 😀

LE BASI DELL’ATTRAZIONE

Hai mai pensato a che cosa sia veramente l’attrazione?

Sai quali sono i suoi reali effetti nella tua vita?

Hai mai preso in considerazione la possibilità che.. non sia qualcosa di positivo per te?

Lasciami cominciare con un esempio:

Sei in giro per negozi e ad un tratto in vetrina vedi qualcosa che attira la tua attenzione: pensi subito che vorresti averla e che possederla ti renderebbe felice.

Possiamo dire che tra quell’oggetto ha stimolato in te una forte attrazione.

Veniamo attratti dagli oggetti esattamente come dalle persone, solo che nel secondo caso le emozioni sono decisamente più imponenti.

Questo è un problema!

Perché?

L’attrazione viene sempre scambiata per quello che in realtà non è: amore.

Come ti ho spiegato nell’articolo “Come Smettere di Soffrire per Amore” l’Attrazione è parte dell’Amore ma le due cose in realtà sono molto diverse.

Quella di cui parliamo oggi nello specifico è la parte scura e bastarda dell’insieme, quella che ti fa perdere la testa e, sopratutto, quella che ti fa quasi sempre star male.

COME FUNZIONA L’ATTRAZIONE TRA UOMO E DONNA?

L’attrazione è totalmente irrazionale e dipende dalla stimolazione degli istinti insiti automaticamente nel lato più “animalesco” ed “oscuro” dell’essere umano.

E’ “pericolosa”.

Scaturisce a prescindere da qualsiasi input o volontà e, per chi ne conosce i meccanismi, è possibile manipolarla.

Una Donna può attrarre a se tanti Uomini curando il suo aspetto e vestendosi in modo sexy 

Funziona perché da un punto di vista riproduttivo i Maschi sono portati a desiderare le Femmine in base alle loro caratteristiche fisiche.

Più queste sono di “alto livello” più, istintivamente, viene recepito il messaggio che dei figli nati dall’unione con lei avranno maggiori possibilità, da un punto di vista genetico, di essere in salute e di costituzione migliore.

Un Uomo può attrarre a se tante Donne mostrandosi sicuro di se, intraprendente, con un carattere che gli favorisca la sopravvivenza. 

Le Donne sono portate a desiderare istintivamente accanto a loro un Uomo che dimostri di avere buone possibilità di sopravvivere e, in secondo piano, buone capacità per aiutare a sopravvivere lei ed i figli che un giorno potrebbero avere.

Ovviamente sto parlando di meccanismi istintivi che molte persone sono convinte di non possedere che sono totalmente indipendenti da ogni volontà razionale.

Questo è uno dei motivi per cui spesso le Donne sono attratte dai così detti “stronzi”: il loro egoismo, la strafottenza, l’indipendenza… sono tutte caratteristiche che trasmettono alte possibilità di riuscire a cavarsela, quindi di sopravvivere.

Le Donne sono spesso attratte dagli stronzi perché il loro lato egoistico denota inconsciamente grandi possibilità di sopravvivere. Le relazioni che ne escono però sono quasi sempre a breve termine.

UNA SUBDOLA ATTRAZIONE MALSANA

Per stimolare questa attrazione possono essere sfruttate anche altre cose però.

Un esempio è la stimolazione del desiderio inappagato, che provoca una sensazione di mancanza nella persona che ne è vittima, portandola a desiderare ancora di più la nostra presenza.

Nell’orrido mondo della seduzione, gli atteggiamenti atti a far provare questa mancanza vengono classificati come “tira e molla“.

Per la psicologia medica invece, esiste il termine “breadcrumbing“: ovvero un atteggiamento atto a lanciare segnali contrastanti alle vittime e chi li usa… è considerato avere dei disturbi caratteriali che lo portano ad essere considerato un “manipolatore affettivo” o “perverso“.

Se ti lancia messaggi contrastanti tra loro atti a dimostrare interesse prima e disinteresse dopo, sta applicando il "breadcrumbing" ed è molto probabile che abbia una personalità disturbata.

L’Attrazione ha il pessimo difetto di riuscire a mandare “in palla” la testa delle persone.

Nel momento in cui cominciamo a sentirci attratti da qualcuno non è tanto che non riusciamo più a vederne razionalmente i difetti, quanto che forniamo a noi stessi delle giustificazioni per farceli andare bene.

Ci convinciamo che forse non ci sono davvero e sono solo nella nostra testa, insomma… facciamo di tutto per convincerci che tutto sommato, la persona che ci attrae, non è così male.

Anzi, è sicuramente la persona giusta perché altrimenti non ci sentiremmo così “presi“.

Pensa a quante persone oramai, convinte che queste sensazioni siano sintomo “d’amore” si lasciano andare agli istinti per poi, quando finisce tutto nei modi peggiori, arrabbiarsi ed annunciare al mondo che “senza amore si vive meglio” (come ti ho spiegato nell’articolo L’Importanza dell’Amore Vero: Tra Scienza, Religione… e Chi la Nega).

ATTRAZIONE IRRAZIONALE ED AMORE RAZIONALE

Me lo immagino così l’amore: come un piccolo cuore che va in giro cercando di abbracciare le persone e quando queste lo vedono cominciano ad insultarlo urlandogli dietro le cose peggiori e lui, incompreso, non può fare altro che chiedere: “ma perché ce l’avete con me… io non vi ho fatto niente…

Povero.

L’attrazione è totalmente irrazionale e ci forza a volere relazioni malsane destinate a finire male.

Ma sia chiara una cosa: è possibile attrarre ed essere attratti anche in maniera sana.

E’ difficile ed estremamente raro che succeda oramai, ma sicuramente possibile: niente desiderio inappagato, niente giochini, niente egoismo, niente breadcrumbing.

Se solo a questo riuscissimo ad aggiungere un pizzico di razionalità…

Valutare davvero l’altra persona per quello che è per quanto possa insieme a noi essere una base solida per la nostra vita.

Decidere con la massima lucidità e determinazione di volerci dedicare a costruire qualcosa in due, come una coppia vera.

Volerle stare accanto a prescindere dai problemi e dalle difficoltà.

Li si che l’attrazione riesce a diventare davvero parte di quel qualcosa di più chiamato amore.

Ed in quel momento… le cose cambiano.

Un Abbraccio,

Luca Leonardi

Lascia un Pensiero