Il fenomeno della delusione d’amore per eccellenza: la friendzone.

Se ne parla sempre come di una grandissima ingiustizia ed uno sfruttamento. Sono addirittura state create pagine facebook comiche a riguardo (vedi: Boom! Friendzoned)

Ma da cosa dipende realmente la friendzone?

Capirlo è estremamente importante perché può cambiare drasticamente le cose e le tue possibilità di finirci dentro e quindi ne parliamo proprio all’interno di questo articolo.

Pronto?

3… 2… 1… via! 😀

COS’E’ LA FRIENDZONE?

La friendzone è una situazione all’interno della quale una delle due parti è follemente innamorata (o meglio, crede di esserlo) mentre l’altra lo vede solo come un amico.

Si crea quindi una situazione di sfruttamento all’interno della quale la prima fa di tutto per compiacere la seconda mentre questa non fa altro che fare richieste e sminuire l’importanza del rapporto con la prima.

La friendzone quindi, viene considerata come una vera e propria ingiustizia dell’universo nei confronti di chi la subisce, nonchè, spesso, una situazione ingiusta provocata da una persona cattiva nei confronti di chi la ama.

La domanda da fare ora è: da cosa dipende?

 

COME SI ENTRA IN FRIENDZONE?

Per entrare in friendzone sono necessari diversi elementi:

  • insicurezza: l'insicurezza porta a sentire di non essere abbastanza per piacere ad una persona e questo a sua volta ti porta a cercare di conquistarla compiacendola.
  • paura: abbiamo paura dell'eventuale rifiuto e, quindi, tentiamo una vita che consideriamo sicura per avvicinarsi a chi desideriamo. In questo caso la strutturazione di un rapporto di amicizia.

Questi due elementi poi danno vita, anche se non ce ne rendiamo conto, ad altri due elementi:

  • ossessione: abbiamo troppa paura di perdere una persona che ancora non sta con noi e quindi mettiamo da parte noi stessi ed il rispetto/valore che possediamo per evitare complicazioni. Non ragioniamo più, non ci rendiamo conto che non ci stiamo mostrando per quello che realmente siamo, spesso non mostriamo i nostri desideri e neanche viviamo mai situazioni di vera connessione con la persona che ci piace ma restiamo ossessionati da lei e dal desiderio che ci fa provare, inserendoci autonomamente in un circolo senza fine di sudditanza psicologica.
  • falsità: l'insicurezza e la paura ci portano a non mostrare chi siamo realmente ed i nostri desideri, creiamo quindi una falsa amicizia che ha come scopo ben preciso la conquista finale di una persona. Le mentiamo sulla nostra amicizia e sul valore che abbiamo per noi stessi e non ce ne rendiamo neanche conto.

Quando vengono a crearsi tutti quanti questi elementi siamo pronti per entrare in friendzone: andiamo dietro ad una persona cercando di accontentarla in tutto e per tutto ed annullando noi stessi per lei a causa di insicurezze e paure, non ci stacchiamo perché siamo ossessionati ed abbiamo paura di perderla (e visto che non ce l’abbiamo proprio la cosa è un po assurda) e mentiamo in continuazione sia a noi che a lei pensando che questo aumenti le nostre possibilità di successo finale.

Per saperne di più su come l’ossessione di conquistare riduca le tue possibilità di successo oltretutto, ti consiglio di leggere: COME MAI SMETTERE DI VOLER CONQUISTARE AUMENTA LE TUE CHANCE DI SUCCESSO.

 

COS’E’ REALMENTE LA FRIENDZONE?

La friendzone in realtà, al contrario di quello che si pensa, è una situazione che rappresenta esattamente quello che merita una persona che la subisce.

Insicurezza e paura creano una situazione di sudditanza psicologica che ci porta ad essere sfruttati.

Sudditanza psicologica: è un fenomeno secondo il quale una persona insicura si sente inferiore o "non abbastanza" per un'altra e quindi si sottomette al suo volere.

L’ossessione ci impedisce di staccarci e/o modificare la situazione.

La falsità che non ci rendiamo conto di attuare invece, ci taglia le gambe su ogni possibilità di successo nella conquista.

La falsità ci porta a comportarci da migliori amici quando in realtà vorremmo essere molto di più, la falsità ci porta ad annullare noi stessi per comportarci come pensiamo vada bene invece di come siamo.

La domanda che voglio fare a te adesso, prima che scriva io la risposta in un futuro articolo, è:

Secondo te come si può fare ad evitare la friendzone e ad uscirne?

Un abbraccio,

Luca Leonardi

Lascia un Pensiero