Per quanto l’amore dovrebbe essere considerato di per se l’emozione più bella e forte del mondo, la realtà è che quasi nessuno sa riconoscerla.

Questo perché l’attrazione che possiamo provare per un’altra persona dipende da un insieme complesso di emozioni e sensazioni e, in base a quelle che proviamo ed alla nostra comprensione (quasi sempre sbagliata) delle stesse, gli affidiamo il nome “amore“.

Ad esempio: se ci sentiamo in agitazione e proviamo una forte sensazione di mancanza riguardo ad una persona, spesso e volentieri etichettiamo queste emozioni come “amore” e le chiamiamo in questo modo.

Ed ora la verità: il 90% (forse più) delle volte, quello che chiami amore è tutto fuorché amore.

Sai perché?

Perché il tuo concetto di amore è condizionato da una marea di informazioni sbagliate e desideri istintivi.

Per approfondire questo argomento ti consiglio la lettura degli articoli “Come Smettere di Soffrire per Amore” e “Quella Subdola, Maledetta Attrazione“.

Nel frattempo però noi parliamo di quella che veramente è l’emozione predominante, quella più importante, quella che devi per forza provare se vuoi poter realmente parlare di amore.

pronto?

3… 2… 1… via! 😀

LA DIFFERENZA TRA AMORE ED INNAMORAMENTO

La fase di innamoramento è quella antecedente all’amore.

E’ il periodo di reciproca conoscenza che porta due persone a desiderare di essere una coppia.

L’amore arriva dopo l’innamoramento.

Se la vostra reciproca conoscenza è stata strutturata in maniera sbagliata, così come se semplicemente non siete realmente fatti l’uno per l’altra e vi siete scelti per attrazione, la comparsa dell’amore vero tra voi potrebbe richiedere (sempre che arrivi, spesso non succede) anni.

Molte delle persone che pensano di essere innamorate si sbagliano… solo che fino a che non si ritrovano a vivere l’amore vero della vita non sono in grado di rendersene conto.

In quel momento capiscono quanto sbagliassero a giudicare come “amore” le emozioni passate.

Sfortunatamente ci sono tantissime persone che, proprio perché non hanno la minima idea di come funzionano loro stesse e gli altri non arrivano mai a provarlo.

Amore Oggi esiste proprio per queste persone e, proprio per loro, passo adesso ad elencarti alcune delle emozioni che solitamente, in maniera totalmente erronea, vengono associate all’amore ed all’innamoramento

LE EMOZIONI SBAGLIATE DELL’AMORE

1. Le farfalle nello stomaco

Di questa sensazione ho già parlato profusamente.

Puoi leggere di più sull’argomento nell’articolo : Pensavi fosse Amore? E invece è Ossessione

2. Ansia

Chissà che cosa sta facendo?

Chissà con chi è.

Perché non mi chiama?

Sono alcune delle domande e dei dubbi che invadono la nostra mente e che, spesso, ci fanno pensare di essere innamorati.

Ce lo fanno pensare perché creano una sensazione di attaccamento verso la persona a cui sono diretti.

3. Sensazione di Inferiorità

Questa sensazione è difficile da “scovare” perché quasi nessuno si rende conto di provarla.

Può essere riconosciuta facendo attenzione ad alcuni comportamenti chiave che ci sentiamo istintivamente portati ad attuare verso l’altra persona.

Quello rivelatore è il nascondere all’altra persona i nostri difetti.

Al secondo posto invece, c’è un comportamento atto a modificare noi stessi o al dare un’immagine diversa di noi stessi alla persona che ci interessa.

Questi due atteggiamenti spesso e volentieri vanno a braccetto e si mostrano contemporaneamente,

Magari ti viene detto che gli piace particolarmente la musica rock e la classica gli fa schifo.

A te piace la musica classica e non particolarmente quella rock ma, istintivamente, sei portato a dire un “anche a me” o più semplicemente a nascondere il fatto che sei un grande appassionato di musica classica e dare un’immagine sbagliata di te stesso dicendo che anche tu “adori il rock“.

Lo stesso concetto può essere attuato su qualsiasi altro argomento.

Lo stesso vale quando ti viene chiesto di parlare di esperienze sentimentali passate.

Potresti essere portato a nascondere alcune esperienze che hai vissuto perché ti fanno sentire “in difetto“.

Un altra situazione rivelatrice di inferiorità si crea quando sei tu che non fai altro che cercare l’altra persona cercando di “convincerla” a vedervi o a stare insieme mentre lui/lei, non fa praticamente mai il primo passo.

4. Paura

Potrei perderlo/a se…

Si sta scocciando di me…

Lo/a sento più lontano/a, non mi vuole più

La paura è un’emozione strana perché per quanto sia “sbagliata” in ottica d’amore è contemporaneamente normale che sia presente.

La paura di perdere la persona amata è quasi sempre presente sia nell’innamoramento che nell’amore, il punto è: in quali quantità?

Una paura lieve è normale.

Una paura ossessiva che ti porta a passare intere giornate, se non settimane o mesi, cupo e pensieroso e magari anche ad aggredire la persona che stai frequentando, non lo è per niente.

L’EMOZIONE PRINCIPALE DELL’INNAMORAMENTO: L’EUFORIA

L’emozione principale della fase di innamoramento è l’Euforia.

Una sensazione che ti fa provare dei forti brividi lungo tutta la spina dorsale solo al pensiero della prossima chiacchierata o della prossima volta che vi vedrete.

Non vedi l’ora di ritrovarvi insieme a parlare per scoprire qualcosa di più sulla persona che stai frequentando.

Comincia piano piano, con le prime scoperte, e poi non fa altro che ampliarsi ed aumentare man mano che scoprite quanto andate d’accordo, le cose che avete in comune.

Questa sensazione di euforia è provocata dal fatto che il tuo cervello, ogni volta che scopre di avere qualcosa in comune con quello di qualcun altro, aumenta la produzione di endorfine.

L’EMOZIONE PRINCIPALE DELL’AMORE: TRANQUILLITA’

Probabilmente non l’avresti mai detto ma l’emozione principale che si prova quando si è realmente innamorati è proprio la tranquillità.

L’amore infatti non è solo un mix centrifugato di diverse forti emozioni ma, sopratutto, una scelta razionale e condivisa di dedicarsi uno all’altro per tutta quanta la vita.

Quando questa scelta viene realmente condivisa, si viene a creare uno stato in cui esiste un forte legame sia emotivo che razionale tra due persone.

Questo significa fiducia reciproca.

Significa anche che tutte le cose che hai scoperto e che in passato ti facevano sentire euforico sono oramai ben radicate nella tua mente.

Il risultato è che ti ritrovi a stare con una persona con cui hai provato una forte euforia e con cui sai per certo, grazie alla rispettiva decisione e fiducia, continuerai a stare bene la maggior parte del tempo per tutta la vita.

Questo è quello che crea l’emozione principale dell’amore: la tranquillità.

BONUS: GLI AMORI SBAGLIATI DEL MONDO MODERNO

Come ho spiegato nell’articolo: “Crescere con Mancanza d’Affetto” il problema principale di tantissime persone è che associano all’amore le sensazioni sbagliate.

Quando trovano una persona con cui si sentono tranquille generalmente la allontanano perché nella loro testa l’amore dovrebbe essere un fiume in piena di emozioni che ti trascina via.

Poesie ed aforismi sull’argomento sicuramente non aiutano da un punto di vista educativo visto che vanno ad avvalorare questo pensiero sbagliato sull’amore.

Quindi ci ritroviamo con persone che allontanano chi le fa sentire tranquille per poi tentare di tenersi vicino quelle che le fanno sentire in agitazione.

Quelle cattive.

Le peggiori con cui desiderare una relazione.

Ricordati sempre che la tranquillità che provi con un’altra persona è mille volte più importante delle forti emozioni che, nella maggior parte dei casi, ti rovinano la vita.

La tranquillità, più di ogni altra cosa, può definire quello che è amore da quello che non lo è.

Tienilo sempre a mente e non cadere nella trappola degli istinti.

Un abbraccio,

Luca Leonardi

 

Lascia un Pensiero