Gelosia: un sentimento normale? Si prova quando teniamo davvero a qualcuno? E’ provocato da comportamenti ambigui del proprio partner?

Sulla gelosia ne sono state e continuano ad esserne dette davvero tante e quindi in questo articolo cercher√≤ di fare un po di chiarezza sull’argomento.

Pronto?

3… 2… 1… via! ūüėÄ

 

LA GELOSIA NON E’ UNIVERSALMENTE BUONA O CATTIVA

Qualcuno afferma che la gelosia sia un sentimento che appartiene solo ed unicamente a a persone insicure. Qualcun altro¬† che se ci sentiamo gelosi la colpa √® sempre della controparte che, con i suoi comportamenti ambigui, ci spinge ad esserlo. Ci sono poi persone che affermano con assoluta certezza che la gelosia sia un sentimento importante e del tutto positivo che ci dimostra quanto teniamo all’altra persona.

Tutti sbagliano e tutti hanno ragione allo stesso tempo: la gelosia infatti pu√≤ dipendere da vari fattori e pu√≤ essere, a seconda delle circostanze, un’emozione positiva o negativa, essere sinonimo d’amore cos√¨ come di pura e semplice ossessione.

 

QUALI SONO I CASI CHE CI PORTANO AD ESSERE GELOSI?

Il primo caso – Esperienze Traumatiche Passate in Ambito Sentimentale / Mancanza di Autostima / Mancanza di Fiducia

Il primo caso in cui una persona si ritrover√† ad essere quasi sempre gelosa di un eventuale partner si presenta quando quella stessa persona ha gi√† vissuto in passato esperienze traumatiche (tradimento, mancanza d’affetto, critiche costanti…).

La conseguenza di queste esperienze √® infatti quasi sempre la creazione di un’autostima debole e per niente sviluppata che ci porta ad avere una paura costante di perdere le persone a cui teniamo in quanto “non abbastanza per loro“.

L’alternativa pensare che visto che siamo stati delusi in passato allora ci deluder√† anche la persona che abbiamo accanto adesso.

Questo pensiero ci porta a non avere mai una vera e totale fiducia nei confronti di un partner che spesso se la meriterebbe e sfocia in paranoie ed annessi attacchi di gelosia morbosa.

Ovviamente le persone che, in questo caso, subiscono questa sensazione non si rendono quasi mai conto di essere loro stesse la causa e tenderanno spesso a percepire (immaginare o male-interpretare) comportamenti e situazioni avversi di cui accusare la controparte.

Va da se che in questi casi non √® quasi mai “colpa” dei comportamenti altrui se in noi scaturisce la gelosia, siamo semplicemente noi che, memori delle esperienze passate e della bassa autostima che ci hanno provocati, la proviamo per poi “affibbiarne” la responsabilit√† all’esterno.

Il secondo caso – Comportamenti Ambigui del Partner

Sfortunatamente a volte capita: affidiamo il nostro cuore a persone che non se lo meriterebbero affatto.

Quando abbiamo a che fare con una persona di questo tipo i comportamenti ambigui sono all’ordine del giorno: ci da poca attenzione, non ha interesse a passare il tempo in nostra compagnia, non fa altro che parlare con altre persone al computer o al telefono, quando uscite spesso preferisce parlare con altri piuttosto che con te, non si fa problemi ad intraprendere conversazioni con persone fino a quel momento sconosciute… magari non fa altro che parlare di quella ragazza o di quel ragazzo conosciuto a lavoro o durante quell’uscita con gli amici o le amiche di qualche giorno prima…

In questi casi √® normale sentir crescere una forte paura ed una forte gelosia ma, visto che viene palesemente provocata da altri, piuttosto che interrogarsi sulla gelosia in se e su come fare per non perdere la persona che ce la provoca, la decisione pi√Ļ corretta sarebbe quella di dare un taglio ad una relazione chiaramente disfunzionale ed andare avanti: prima o poi incontreremo sicuramente qualcuno che ci tratter√† bene come meritiamo.

 

Il Terzo Caso – Gelosia Sana VS Gelosia Morbosa

E’ vero anche che la gelosia, entro un certo limite, √® una sensazione assolutamente normale quando abbiamo accanto qualcuno a cui teniamo veramente.

Non vogliamo che qualcuno faccia allontanare da noi questa persona, se vediamo che da attenzione a qualcun altro ci sentiamo subito un po impauriti ed insicuri.

Questa tipologia di gelosia è dovuta a questioni puramente istintive.

Tutti noi infatti, da un punto di vista puramente genetico, siamo alla ricerca di un altro organismo con cui riprodurci  e quando lo troviamo, se percepiamo la possibilità che qualcuno potrebbe portarcelo via, ci ritroviamo impauriti al solo pensiero.

In questi casi per√≤, √® opportuno saper distinguere tra gelosia “sana” e gelosia “morbosa“.

Quella sana ci porta a preoccuparci, magari parlarne al partner, ma niente di pi√Ļ.

Quella morbosa invece ci fa impazzire: ci ritroviamo a controllare telefoni e chat, a spiare il partner, ad impedirgli anche solo di uscire di casa, ad urlargli contro frasi tipo “o gli amici o me!” e cose di questo tipo.

Nel caso in cui la tua gelosia sia morbosa sappi che sei sulla buona strada per farti lasciare e, sopratutto, che dovresti fare qualcosa per aumentare, ancora una volta, la tua autostima.

 

CHI NON E’ MAI GELOSO?

Fai molta attenzione a persone che affermano di non essere mai e poi mai gelose!

E’ vero: √® possibile arrivare a non essere gelosi del partner ma per farlo sono necessari anni ed anni di amorevole relazione che solidifica una gi√† presente fiducia reciproca ogni oltre immaginazione; alcune volte non basta neanche questo ad eliminare la gelosia dall’essere umano.

Una persona che realmente non √® mai gelosa (e non parlo di quelle persone che lo sono ma affermano di non esserlo per sembrare “dure”), potrebbe essere molto pericolosa.

Per non provare assolutamente alcuna gelosia, √® necessario essere convinti di essere il “top assoluto” dell’universo, il pensiero che qualcuno migliore di noi possa portarci via la persona che abbiamo accanto non ci sfiora quindi neanche la testa e, se questa √® la situazione, allora vuole dire che il “non geloso” √® una persona estremamente egocentrica e narcisistica che pensa tutto al mondo gli sia dovuto: sicuramente non la migliore scelta come partner.

L’alternativa √® non essere capaci di provare emozioni e, quindi, volendo definire questa tipologia di persona con una sola parola: psicopatici.

 

CONCLUSIONI

La Gelosia, come hai potuto leggere, può essere una dimostrazione di reale interesse verso una persona, così come può essere provocata in autonomia da esperienze traumatiche passate o da un partner che ci tratta come persone di nessuna importanza.

Non va necessariamente combattuta, temuta ma neanche esaltata: va solo capita.

Capire il perch√© della nostra gelosia pu√≤ farci capire tante cose su noi stessi e sulle persone che abbiamo accanto: potremmo capire di aver bisogno d’aiuto, di dover aggiustare delle questioni in sospeso all’interno della nostra vita, di dover dare un taglio alla nostra relazione o, al contrario, che stiamo vivendo una relazione degna di essere vissuta.

La mia speranza è che questo mio articolo possa aiutarti a fare chiarezza su quello che provi, così da poter agire di conseguenza.

Un abbraccio,

Luca Leonardi

Lascia un Pensiero