la triste realtà è questa“, mi hanno detto tante volte, “se hai i soldi hai le donne e magari puoi anche trovare una che ti ama e di cui innamorarti… se sei povero non ti caga nessuno“.

Il numero di uomini convinti di questa stupidaggine è enorme e sembra aumentare sempre di più giorno dopo giorno, probabilmente anche a causa dell’aumento della disoccupazione e degli stipendi da fame che in molti sono obbligati a farsi bastare.

Si tratta però di una leggenda metropolitana totalmente falsa e, nell’articolo di oggi, tenterò di spiegarti come mai un’affermazione di questo tipo è completamente falsa,come mai tanti uomini non solo la credono vera ma vogliono che sia vera, arrivando anche a lottare con forza e veemenza contro chiunque affermi il contrario e sopratutto quali sono le conseguenze pratiche del seguire questa convinzione.

Pronto?

3… 2… 1… via! 😀

 

L’ILLUSIONE DELLA MATURITA’

Al giorno d’oggi la società non fa altro che fornire alla popolazione degli ideali di persone e personalità da imitare ed etichetta tali personalità come “valide, mature, importanti“.

Tralasciando il fatto che buona parte di quest’immagine si basa sul fattore economico (quindi soldi e prodotti acquistati) e serve solo come lavoro di manipolazione psicologica atta a rendere più malleabili le persone facendole diventare “clienti paganti” il risultato è che molte persone passano la loro intera vita, spesso senza accorgersene, nel tentativo di raggiungere un ideale di personalità fornitogli da qualcun altro e, più si avvicina a diventare come quell’ideale più si convincono di essere persone valide e mature.

Solo che non è così che una persona può maturare: la vera maturazione emotiva e psicologica infatti è il risultato di un viaggio personale basato sul mettersi costantemente in discussione affiancato da un’analisi continua di se stessi e porta, alla fine, a strutturare pensieri e personalità spesso uniche le une dalle altre, andando ad esaltare le specifiche caratteristiche soggettive di ognuno di noi in totale (o quasi) autonomia.

Quante volte però capita di ritrovarsi ad avere a che fare con dei completi imbecilli convinti di essere degli Dei scesi in terra e di avere la risposta a tutto?

La brutta notizia è che anche tu potresti essere così.. o magari anche io!

Il lavoro di manipolazione psicologica è talmente meschino e dietro le linee che oramai riuscire a scindere tra quello che è frutto di un vero percorso di crescita e quello che è frutto di manipolazione di pensiero è davvero difficile.

Il risultato però non cambia: la società è sempre più “piena” di persone complessate, che fanno degli ideali forniti dai media il loro punto di arrivo e si convincono, nonostante non siano altro che delle mucche a cui mungere soldi, di essere persone mature ed estremamente capaci ed importanti.

 

IL BISOGNO DI SCARICARE LA RESPONSABILITA’ SUI SOLDI

Quando una persona basa la sua intera percezione di se su una o più bugie di cui si è convinto, basta poco a far crollare tutto il suo castello di carte psicologico ed annullare l’illusione.

Il cervello umano possiede diversi meccanismi di salvaguardia dell’autostima che si, ci permettono di non cadere in depressione ma nel contempo, se non siamo capaci di riconoscerli e di controllarli, ci bloccano ogni possibilità di crescita personale.

Nello specifico, in questo articolo, voglio concentrarmi sui meccanismi di negazione e spostamento, gli attori principali dell’argomento di cui stiamo parlando.

  • Il meccanismo di negazione: ci porta a negare la nostra responsabilità in un avvenimento qualora tale responsabilità andasse a minare l'autostima del soggetto.
  • Il meccanismo di spostamento: ci porta a spostare la responsabilità da noi negata affibbiandola ad un soggetto diverso.

Nel momento in cui un uomo con una personalità “matura per finta” si trova a dover fare i conti con l’insuccesso sentimentale quindi le scelte sono due:

Può ammettere la sua immaturità e quindi far crollare tutto il castello di carte su cui si basa la sua autostima per poi, piano piano, intraprendere un nuovo e stavolta si spera reale processo di crescita.

Può negare le sue responsabilità e trovare un capro espiatorio su cui scaricare (o spostare) tutta la colpa mantenendo salda la propria percezione di se stesso e la sua autostima.

A questo aggiungiamo adesso che l’immagine di successo che viene trasmessa dalla società e che influenza la nostra crescita è praticamente sempre basata sui soldi proprio perché, come dicevo, uno degli obiettivi principali è quello di favorire l’economia facendo diventare le persone dei clienti sempre migliori e che quindi è più che normale che la responsabilità del fallimento venga spesso scaricata proprio sui soldi che mancano.

 

TIPOLOGIE DI UOMINI E RISULTATI

Uomini che hanno i soldi ma non il carattere: questi uomini, che possiamo definire superficiali, avendo molte possibilità economiche e, quindi, dimostrando alte possibilità di sopravvivenza, vengono spesso presi di mira da donne superficiali a loro volta che li circondano più per ricavarne benefici personali e materiali che per un vero sentimento. Le loro possibilità di vivere relazioni sane e durature sono, in realtà, molto basse.

Uomini che hanno sia i soldi che carattere e maturità: esattamente come la categoria precedente il rischio è quello di essere circondati da un alto numero di donne superficiali che puntano ad ottenere benefici materiali ma, avendo anche carattere e personalità, hanno anche buone possibilità di avere all’interno della propria vita delle donne realmente interessate alla loro persona e che sviluppano per loro dei sentimenti genuini. Resta il fatto però che, nella “calca”, riuscire a riconoscerle diventa molto difficile e quindi il rischio di ritrovarsi a vivere relazioni insoddisfacenti resta comunque molto alto.

Uomini che non hanno ne soldi ne carattere: generalmente scaricano la responsabilità del fallimento sentimentale sui soldi. Possiamo chiamarli “uomini senza spina dorsale” che, rifiutando di ammettere la loro mancata crescita emotiva ed il loro basso livello di maturità, per poter innalzare la loro percezione di se evitando di mettersi in discussione danno tutta la colpa della loro situazione ai soldi ed al fatto che le donne sono tutte quante superficiali e materialiste. Sembrano in lotta contro il mondo e non fanno altro che lamentarsi dell’ingiustizia di cui sono vittime.

Uomini che non hanno i soldi ma sono riusciti a maturare: magari non avranno centinaia di donne che gli ronzano intorno ma non se ne curano perché stanno bene con se stessi. Possono oltretutto essere sicuri che, le persone che avranno accanto, saranno parte della loro vita per un vero e reale interesse nei loro confronti e quindi le possibilità di ritrovarsi a vivere relazioni insoddisfacenti diminuiscono drasticamente. Questo tipo d’uomo molto raramente resta solo perché, se anche è possibile che per lunghi periodi della vita si ritrovi a far fronte alla solitudine, basta un solo incontro con una sola brava donna e generalmente la relazione che ne scaturisce dura anni se non tutta la vita.

 

CONCLUSIONI

La convinzione che per avere una relazione seria un uomo debba essere pieno di soldi è totalmente sbagliata ed alla stessa maniera essere convinti che la solitudine sia il risultato della mancanza di soldi è, ancora una volta, una giustificazione che una mente immatura fornisce a se stessa per evitare di mettersi in discussione.

Una cosa che posso dire con certezza quasi assoluta è che un uomo che afferma questa importanza dei soldi all’interno delle relazioni sentimentali è, al 99,9%, una persona molto immatura che, solo rendendosene conto e cominciando a lavorare su se stesso in maniera seria, potrà fare dei reali passi avanti all’interno della sua vita.

Se poi l’obiettivo è solo quello di essere circondato da diverse donne fregandosene delle relazioni serie allora si, i soldi acquisiscono un’importanza maggiore, ma in quel caso l’immaturità diventa certificata al 100%.

Spero che questo articolo ti abbia fatto riflettere,

Un abbraccio,

Luca Leonardi

Lascia un Pensiero