CHRISTIAN CONSONNI

  • Assistenza Clienti
  • Gestione del profilo Instagram di AmoreOggi.it
  • Avventuriero

“L’obiettivo di “Amore Oggi” per me, è anche questo: proporre una vita alternativa, percorrere una strada per una vita sentimentale di qualità."

"Amore Oggi" per me assume anche un'importanza etica di gran rilievo perché, se è vero che il mondo si cambia con piccoli gesti quotidiani pensate, cosa potrebbe succedere se sempre meno persone soffrissero per amore?

Scopri la Storia di AmoreOggi.it
CHI SONO? +

Classe 1990. Nato nel cuore della laboriosa e instancabile Brianza, provengo da una famiglia economicamente stabile, ma nonostante questo il rapporto con mio padre non è sempre stato tra i più facili.

In breve tempo è emerso che possedevamo caratteri completamente opposti e il suo atteggiamento duro e sprezzante nei miei confronti mi ha portato gradualmente a perdere quasi completamente fiducia in me stesso, demotivandomi e facendomi pensare che la mia persona, le mie passioni e i miei interessi fossero praticamente inadatti… sbagliati!

Questo ovviamente ha influito, in seguito, sia sulla scelta della strada da intraprendere nella vita, sia sulle relazioni con il mondo esterno e le persone che avevo intorno, soprattutto con il mondo femminile, con il quale, tra gioie e dolori, ho sempre fatto fatica a costruire rapporti duraturi.

In queste circostanze, particolarmente fastidiose e frustranti, era maturata in me una curiosità sempre maggiore sulla meccanica dei rapporti umani.

"Che cosa regola le relazioni tra uomo e donna?” fu la domanda che iniziai a pormi.

 

MA CHI SONO REALMENTE?

“Te ne stai tranquillo da tanto, troppo tempo” lo punzecchiò Gandalf accendendosi di nuovo la pipa. “Dimmi, da quando i centrini e i piatti di tua madre sono diventati così importanti per te? Io ricordo un giovane Hobbit che andava sempre in cerca di Elfi nel bosco”, incalzò lo stregone, “che restava fuori fino a tardi e tornava a casa quando era buio, seguendo tracce di fango, ramoscelli e lucciole. Era un giovane Hobbit che avrebbe voluto solamente scoprire cosa c'era oltre i confini della Contea! Il mondo non sta nei tuoi libri e nelle tue mappe”; disse Gandalf, di nuovo calmo, dopo una lunga pausa. “E' là fuori...”

"Lo Hobbit", J.R.R. Tolkien

Mio padre, in fondo, mi ha trasmesso anche diverse cose positive.

Ciò che gli devo maggiormente, però, è stato il saper trasmettere l’amore e il rispetto per la natura. Fin da quando ero bambino portava spesso me e mio fratello a passeggiare nei boschi dietro casa o in montagna, cercando di tanto in tanto anche funghi o castagne.

Percorrevamo scenari stupendi, quasi da film, imbarcandoci di frequente in vere e proprie avventure tanto che avevo creato un diario segreto in cui raccontarle.

Stavamo spesso ad ammirare il panorama oppure a osservare gli animali, liberi.

Non per molto però...perché mio padre da buon brianzolo, dopo un po' aveva fretta di prendere e andare via, di continuare a camminare oppure proprio di tornarsene a casa!

Ma le basi erano gettate... ho iniziato ad amare l'avventura, guardare documentari sugli animali e la natura selvaggia, prendere riviste con foto naturalistiche in mano e da lì... cominciai a disegnare.

Alle elementari ero uno dei migliori della classe in “Immagine” (Ai tempi veniva chiamata così l’ora di disegno e tuttora quella parola mi suscita grandi emozioni!).

Avevo scoperto quindi un’altra grande passione che, purtroppo, ho lasciato un po' in disparte con il tempo e non ho mai sviluppato in maniera approfondita.

Disegno ancora ora, ogni tanto, e per il futuro ho in programma di migliorare le mie capacità in questo campo e diventare un grande disegnatore.

Con il disegno, i colori e l'arte in generale ho avuto da sempre un rapporto speciale: Per quanto io mi definisca un "lottatore", un persona consapevole della vera natura della vita, che ogni giorno combatte per stare al mondo, li vedevo come un modo per fuggire da questa realtà che, fin troppo spesso, è cruda, spietata, selvaggia ma anche grigia, cupa, triste e malinconica.

Tramite il disegno soddisfo il bisogno di immergermi in nuovi mondi inesplorati, dando vita a quello che non c’è, quello che vorrei vedere e creando così il mio “paradiso personale” dove poter andare con la mente quando voglio staccare un pò; ma anche di sottolineare l’importanza di tutto ciò che mi affascina e mi ha sempre affascinato, per esprimere chi sono e arrivare dove spesso le parole non riuscivano a portarmi.

Spesso, infatti, nella vita ho usato immagini e colori per esprimermi, poiché di frequente l’ansia e l’agitazione che mi portavo addosso me lo impedivano.

Non a caso ho creato quello che è il mio motto ufficiale:

"E porterò colore, sopra questo grigiore."

che sottolinea non solo il legame che ho con i colori e la grafica, ma è una sorta di giuramento di crescere costantemente a livello umano e personale, di migliorare le mie condizioni di vita e cacciar via il più possibile tutto quello che non mi piace.

Alcune delle mie caratteristiche principali sono la curiosità e la voglia continua di scoperta: Sono sempre stato curioso e più crescevo, più la voglia di conoscere aumentava.

Tra i vari sogni che porto dietro dall'infanzia c'è quello di girare il mondo, che si è evoluto al giorno d'oggi in quello di aprire un attività online e lavorare liberamente ovunque io desideri, uno dei motivi che mi ha spinto ad incoraggiare l'apertura di Amore Oggi insieme a quello di non aver mai potuto sopportare un lavoro ordinario da dipendente, rinchiuso in un ufficio per 8 ore al giorno se va bene, infatti ho sempre voluto aver la libertà di gestire da solo il mio tempo e la mia scaletta di impegni lavorativi e non, come meglio credevo, per avere così il tempo di fare tutto ciò che mi piace fare davvero e vivere la vita come voglio io e non come la vorrebbe qualcun' altro.

VOLARE IN ALTO...

Altro sogno del Christian bambino è quello del volo: Sono sempre rimasto affascinato dal volo e dagli aeroplani, (ho tutt'ora diversi modellini di vari tipi di aerei conservati in camera) volevo anche fare il pilota, ma poi ho rinunciato, sempre perché non credevo abbastanza in me stesso ed anche perché spaventato dalla difficoltà e dalla convinzione che non mi avrebbero mai preso ai corsi a causa del fatto che portavo gli occhiali per miopia (miopia che solo nel 2015 corressi tramite intervento laser). Quando presi il primo volo nel 2014 (stavo andando a Valencia) fu un emozione. Finalmente potevo guardare il mondo dall'alto. Ero in alto, come mai prima d'ora e potevo sentire di nuovo il bambino che era in me, finalmente soddisfatto. Nel luglio 2018 realizzai un'altro piccolo sogno, quello di lanciarmi con un parapendio da una montagna, il Monte Cornizzolo, posto vicino a casa mia, verso Lecco. Inutile dire che fu un'altra esperienza unica.

Naturalmente il fascino del volare lo porto tutt'ora con me.

Nel 2012 impressi questo lato sulla mia pelle, con un tatuaggio sulla schiena: Un' aquila che spezza delle catene, anche se non simboleggia soltanto il volo. Essa si può vedere infatti come rappresentazione della mia "eterna fame di libertà", vedo quindi il volare anche in questo senso, volare in alto nella vita, inseguire i propri sogni, obbiettivi, aspirazioni. Volare come il raggiungimento del proprio successo, che non è inteso per forza come successo economico/lavorativo, ma principalmente riguardante ciò che è immateriale: avere più tempo per me stesso, per stare con la mia famiglia e sopratutto averne una unita, felice, una compagna ideale che mi supporti, fare quello che più amo, poter fare più sport e attività fisiche, poter stare maggiormente al contatto della natura...penso che ognuno abbia la propria idea personale di successo.

E PIU' SU ANCORA...

Ho sempre guardato il cielo, anche quello notturno. Iniziai ad interessarmi presto di stelle, pianeti... universo!

Passavo molte notti estive sdraiato sul prato a osservare le stelle, mi chiedevo cosa ci fosse lì intorno e mi domandavo cose del tipo “Ehi, ci sarà della vita lì, nei paraggi di quella stella?”.

Argomenti che mi hanno portato ad avvicinarmi alla questione alieni e poi al mistero in generale, altro tema che ora mi appassiona tantissimo e in cui non smetto mai di aggiornarmi: le nuove frontiere dell'esplorazione spaziale, tecnologie di propulsione attuali e future, vita extrasolare, viaggi interstellari, nuovi sistemi planetari...Spero presto di sentire qualche notizia di interessante a riguardo, alla fine come sapete amo l'esplorazione quindi perchè avrei mai dovuto limitarmi alla Terra? 😀

Anche durante l'infanzia amavo leggere, scrivere, informarmi su come è il mondo là fuori, perché mi stavano strette queste “4 mura”, non solo della mia casa ma anche del mio paesino…

E così passavo il tempo immaginando di viaggiare ed esplorare...continuamente

Se doveste chiedermi quale tipo di personaggio del cinema mi rappresenta maggiormente, risponderei senza alcun dubbio di essere il mix perfetto tra il Capitan Jack Sparrow, Han Solo ed Indiana Jones!! Non si è capito che tutt'ora i viaggi e l’avventura sono praticamente la mia ragione di vita?

Ma che ci posso fare...appena posso devo muovermi e lasciare in fretta e furia il mio paese, esplorare, conoscere, imparare… perché questo succede durante ogni viaggio, anche il più piccolo. Al ritorno non si è mai più gli stessi!

Qui vorrei citare il mio pezzo preferito della Divina Commedia:

"Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”.

E qui, invece, devo ringraziare mia madre, poiché è grazie a lei che ho ereditato questi preziosi doni. Si tratta di una persona sorridente, solare e gentile, con una voglia di vivere esplosiva, nonostante sia molto calma e dolce.

Mi ha trasmesso la voglia di scherzare e fare battute, la mentalità aperta e curiosa, l’amore per la cultura, per il viaggiare oltre che la passione per i film, la musica e il buon cibo… Ebbene si, mi avete scoperto… Sono pure una buona forchetta!

Penso spesso (forse troppo) al cibo. Ma non solo! Adoro cucinare! Dopotutto, è sempre un mestiere creativo no?

Se mai dovessi dedicare una canzone alla mamma comunque, sceglierei senza dubbio “Sunny” dei Boney M,gruppo alla quale, tra l’altro, è molto affezionata.

A cibo e salute ci tengo particolarmente ed ho fatto molti sport nella mia vita:

Basket, Nuoto, Arti marziali, fino ad arrivare alla Mountain Bike e alla Canoa\Kayak, tutt'ora i miei due sport preferiti. Altri sport che vorrei provare assolutamente sono lo Snowboard, il Canyoning (nonostante faccia già qualcosa di simile in autonomia quando vado in montagna) e un'ampia gamma di sport acquatici quali Surf, che purtroppo non posso fare perché, sapete com'è... non ho il mare dietro casa!!

TRA STUDI E LAVORO...

Come sapete, sin dalle elementari ho sviluppato un certo interesse per il disegno e la pittura, ma anche per la scrittura, la letteratura e le materie più umanistiche o che necessitano di un uso maggiore della creatività e della fantasia rispetto a quelle più tecniche e pratiche.

E chiaramente per mio padre, persona concreta e razionale, erano strade infelici da seguire, che non mi avrebbero mai portato da nessuna parte nella vita.

Mi sono fatto condizionare e all'inizio mi ero iscritto all'indirizzo elettrico\elettronico che, come si può facilmente intuire, è stato un completo fiasco, poi ho scelto qualcosa di più incline alla mia personalità iscrivendomi all'indirizzo turistico, attirato dall'idea di lavorare mentre mi trovavo in viaggio per il mondo.

Cosa che purtroppo non si è realizzata e, finite le scuole, mi sono trovato a fare lavori di vario genere che non c’entravano nulla con il tipo di indirizzo che avevo frequentato. Ho pensato spesso di iscrivermi all'università ma un po' per il fatto che mi sentivo abbattuto dall'idea di non riuscire a trovare la mia strada nella vita, un po' per la pressione di mio padre a cercare lavoro sin da subito e sistemarmi dal punto di vista economico, alla fine ho ceduto a quest’ultimo tipo di pressione, e dopo vari lavori con contratti precari, sono riuscito finalmente a trovare impiego nel settore del trasporto ferroviario.

SU LUCA LEONARDI +

Finalmente avevo un buon contratto e potevo concentrarmi sui vari aspetti della mia vita che desideravo migliorare, a cominciare da quelli sociali.

Durante il periodo delle scuole superiori si era formata una compagnia di amici con la quale mi trovavo molto bene: ci ho passato molti momenti felici, insomma.

In quegli anni e in quelli a seguire, ho conosciuto molte persone, tra le quali ragazze anche, eppure non ero ancora pienamente soddisfattoi rapporti con esse duravano per breve tempo e non riuscivo ancora a capirne il perché.

Pensavo sempre di essere la causa di tutto, di essere in errore, sempre e solamente colpa mia.

Ho iniziato a leggere libri che parlavano di seduzione, di come migliorare le relazioni ma ancora i risultati veri, di qualità, tardavano ad arrivare.

Ho conosciuto Luca Leonardi per caso, parlando con Carlo, un amico di Torino che condivideva il mio stesso interesse per i temi di psicologia, seduzione e crescita personale. Carlo mi aveva detto che aveva iniziato delle consulenze con Luca per trattare dell'argomento e che si trovava bene.

Ho deciso quindi di contattarlo , desideroso di conoscerne di più a riguardo, attratto anche dal suo approccio innovativo rispetto alle classiche e controverse “scuole di seduzione” che mi avevano da sempre fatto storcere un po' il naso in merito alla loro etica, trasparenza e correttezza.

Il progetto era chiamato “Nuova Seduzione Naturale (NSN)" e si caratterizzava per il proprio metodo di insegnamento, che consisteva principalmente nell'accettare sé stessi e mostrarsi al mondo senza timoria differenza di molti altri in cui si cerca sin da subito di cambiare la personalità dello studente, tramite l’utilizzo di tecniche e personalità costruite.

Ho iniziato a seguire il percorso di Luca e una delle cose che ho trovato interessante sin da subito era il fatto che non si soffermava solamente sul parlare di amore e seduzione ma descriveva anche il funzionamento dei vari meccanismi psicologici che influiscono su di essi, nonché quello degli istinti primordiali dell’essere umano.

Aver incontrato Luca è stato di fondamentale importanza per la mia vita poiché, grazie a lui, ho scoperto che tutte le mie ansie, paure e insicurezze, erano dovute sopratutto al rapporto complicato che avevo con mio padre e da quel momento finalmente ero consapevole di quello che dovevo fare: iniziare ad ascoltarmi di più, ascoltare i miei bisogni, i miei desideri e obbiettivi senza lasciarmi condizionare troppo.

Con Luca non si è formato soltanto un ottimo rapporto tra insegnante e studente ma anche di amicizia, spesso infatti ci sentivamo anche per parlare di altri argomenti e non solo di seduzione.

Finché non fu costretto a chiudere il proprio progetto a causa di gravi problemi di salute e per diversi mesi ho perso i contatti con lui.

NSN era la sua principale occupazione e non poterla più esercitare gli ha causato anche problemi economici.

SU AMORE OGGI +

Gradualmente Luca si era ripreso e lo avevo seguito per settimane, se non mesi, per convincerlo a rimettere in piedi quel progetto andato perduto a cui io stesso ho creduto e in cui credo ancora adesso, fortemente.

Durante la fine dell’estate del 2016, dalle ceneri di NSN è nato il progetto "Amore Oggi, con lo scopo di concentrarsi maggiormente sull'aspetto più importante delle relazioni tra uomo e donna: l’amore, appunto!

Per me il progetto “Amore Oggi” assume un significato assai importante: ho percepito fin da piccolo qualcosa in questa società che non funzionava nel modo corretto… qualcosa di profondamente sbagliato e a tratti perverso.

Tutti i giorni veniamo bombardati da messaggi che danno importanza all'apparenza, alla competizione; ci mettono l’uno contro l’altro, ci fanno odiare in modo da controllarci meglio, ci fanno inseguire falsi idoli, cercano di convincerci che la felicità sta in ciò che è materiale… questo spesso si riflette nei rapporti che abbiamo con il prossimo.

Trattiamo troppo spesso le altre persone come oggetti, senza un minimo di empatia, le usiamo e poi le buttiamo, o le manipoliamo per i nostri scopi più subdoli.

Oppure semplicemente ci accontentiamo di stare con la prima persona che ci capita a tiro semplicemente per accettazione sociale, pura apparenza, ma la verità?

In realtà come ci sentiamo?

Troppo spesso quest'amara verità sappiamo che c’è eppure fingiamo di non vederla, per stare meglio con noi stessi, ma sapete cosa? Prima o poi questa verità verrà a galla e ogni volta che lo farà, sarà come un duro colpo: forte, sempre più forte e sempre meno piacevole.

L’obbiettivo di "Amore Oggi" per me, è anche questo: proporre una vita alternativa, percorrere una strada per una vita sentimentale di qualità, per non prendere più in giro noi stessi e, sopratutto, le persone che abbiamo accanto, per fare in modo che possiamo essere tutti quanti più felici, uniti e forti insieme.

Quindi si, "Amore Oggi" per me assume anche un'importanza etica di gran rilievo perché, se è vero che il mondo si cambia con piccoli gesti quotidiani pensate, cosa potrebbe succedere se sempre meno persone soffrissero per amore? Cosa succederebbe se sempre più persone coltivassero dei rapporti sinceri con gli altri, se questi rapporti fossero creati su basi più solide? Forse ci sarebbe meno odio, meno invidia e gelosia, meno disperazione e porteremmo tutti più colore, sopra questo grigiore.

CONTATTA CHRISTIAN