Molte persone convinte di aver finalmente trovato l’amore in realtà sono vittime di quelli che vengono definiti vampiri emotivi.

La cosa peggiore dell’esistenza di queste persone è che averci a che fare ha spesso esattamente lo stesso effetto dell’avere a che fare con un vero e proprio vampiro: dopo che sei stato morso sono altissime infatti le possibilità di diventare come lui/lei.

Potrebbe addirittura essere che tu, senza neanche rendertene conto, sia entrato a far parte della categoria dei vampiri emotivi e stia contribuendo ad aumentarne il numero.

Ma chi sono esattamente i vampiri emotivi? Come si riconoscono?

E’ esattamente quello che ti spiego in questo articolo 🙂

pronto?

3… 2… 1… via! 😀

CHI SONO I VAMPIRI EMOTIVI

I vampiri emotivi sono persone che si nutrono, letteralmente, della tua energia.

Tendono a circondarsi di persone positive in modo da potere, nel tempo, risucchiarle della loro positività e del loro ottimismo esattamente come fa un vampiro che, dopo aver morso il collo della sua vittima, la prosciuga fino anche alla sua ultima goccia di sangue.

Possono essere genitori, parenti, amici e/o partner.

 

Vampiri emotivi e narcisisti/manipolatori maligni

Una delle frasi sul vampirismo emotivo che mi è sempre rimasta impressa viene da uno scambio di opinioni con la dottoressa Cinzia Mammoliti che oltre ad essere una delle più grandi esperti esistenti in materia di manipolazione è anche una delle (poche) persone con cui occasionalmente mi confronto ogni tanto su questi argomenti e che stimo realmente in questo campo.

Tutti i narcisisti sono vampiri ma non tutti i vampiri sono narcisisti“.

Ovviamente con la parola “narcisisti” si intendono i narcisisti perversi, non quelle persone che vivono di un narcisismo sano ed utile al mantenimento di un’autostima solida.

I narcisisti perversi effettivamente sono tutti, senza eccezioni, dei vampiri emotivi in quanto nella loro crociata per ottenere il controllo emotivo delle proprie vittime, molte delle tecniche manipolatorie utilizzate sono proprio finalizzate alla distruzione di qualsivoglia opinione o energia positiva essa possegga.

 

Come si riconoscono i vampiri emotivi?

I vampiri emotivi si riconoscono dal fatto che, nella maggior parte dei casi, tendono a bombardarti costantemente di negatività e dubbi, facendo di tutto per scoraggiarti sia in maniera esplicita o, nei casi in cui si tratti di un manipolatore maligno, lavorando contro di te alle tue spalle.

L’obiettivo è sempre quello di privarti della tua energia, positività e determinazione e, quindi, i comportamenti a cui prestare attenzione sono i seguenti:

  • si lamentano costantemente di tutto e tutti . (es. post su facebook all'interno dei quali si lamentano costantemente del mondo affermando che fa solo schifo)
  • ti scoraggiano cercando di convincerti che non ce la farai mai a realizzare i tuoi obiettivi.
  • criticano costantemente tutto quello che fai anche utilizzando argomenti futili e superficiali.
  • cercano di abbassare la tua autostima criticando le tue abilità, i tuoi obiettivi, il tuo aspetto, le tue conoscenze e le tue azioni.

 

Come si comportano i vampiri emotivi manipolatori malvagi?

Oltre a tutti quanti i comportamenti sopracitati, se il vampiro emotivo con cui hai a che fare è contemporaneamente un narcisista perverso/manipolatore malvagio è molto probabile che tenti di mascherare il suo “morso“.

Quello che potrebbe fare infatti, è incoraggiarti e supportarti come comportamento di facciata mentre alle tue spalle lavora per farti fallire.

In questo modo, nel momento in cui arriverà il fallimento, potrà scaricartene addosso la possibilità riuscendo nel suo intento senza rischiare di essere smascherato.

 

UN SECONDO TIPO DI VAMPIRO EMOTIVO

Nonostante i vampiri emotivi siano comunemente descritti e catalogati nella maniera sopracitata, dopo anni di studi e ricerche sull’argomento mi sono convinto che ne esista una seconda tipologia: quella che non cerca di sminuirti ed a volte è anche capace di incoraggiarti ed essere positiva… ma solo fino a quando il farlo gli permette di nutrirsi delle emozioni che gli fornisci.

Come ti ho già spiegato all’interno dell’articolo “CRESCERE CON MANCANZA D’AFFETTO” molte persone si ritrovano dentro un vuoto emotivo che tentano di riempire tramite la ricerca ossessiva di emozioni forti.

Sono persone con cui è estremamente pericoloso intraprendere una relazione perché il loro relazionarsi a te equivale sempre solo alla potenza delle emozioni che tu gli fai provare e che sono totalmente incapaci di mantenere un rapporto saldo se e quando si presentano momenti di “bassa marea emotiva”.

Detta in parole semplici: fino a che sei sempre allegro e positivo ti stanno accanto ma se hai un minimo momento di debolezza, depressione e dubbio ti abbandonano senza pensarci due volte perché “non sei più lo stesso“.

Si nutrono letteralmente delle emozioni positive che tu gli fornisci in quanto incapaci di crearle per loro stesse e ti abbandonano non appena diventi incapace di dargliele, spesso colpevolizzandoti.

 

I VAMPIRI EMOTIVI GENERANO ALTRI VAMPIRI EMOTIVI

Nel momento in cui ti ritrovi ad essere vittima di un vampiro emotivo che risucchia tutta le tue energie è molto probabile (e direi spesso quasi inevitabile) che la conseguenza sia la formazione di un profondo vuoto emotivo dentro di te.

Con la creazione di questo vuoto va a svilupparsi il bisogno (spesso ossessivo) di riempirlo con qualcosa di esterno e, questo qualcosa, viene ritrovato proprio nelle emozioni che ti vengono fornite dagli altri.

Potresti quindi ritrovarti ad esprimere il tuo vuoto tramite messaggi di rabbia e delusione costanti, attuando lo stesso identico comportamento dei vampiri emotivi che tentano di risucchiare le energie positive degli altri.

Potresti allo stesso modo diventare dipendente dalle emozioni che ti vengono fornite dagli altri, entrando a tua volta a far parte della seconda categoria di vampiri emotivi: quella che ti porta a rompere relazioni già strutturate nel momento in cui il tuo partner (o i tuoi amici) si ritrovano incapacitati a fornirti costantemente la tua “dose quotidiana” di emozioni.

Si viene quindi a creare un meccanismo totalmente contorto che porta una persona sana a soffrire, creando al suo interno un vuoto emotivo che la porta a trasformarsi a sua volta in un vampiro emotivo che farà soffrire qualcun altro che a sua volta si trasforma in un vampiro emotivo che farà soffrire qualcun altro… e così via.

Esattamente come il morso di un vampiro trasforma una persona normale in un altro vampiro.

 

IN CONCLUSIONE

I vampiri emotivi sono una tipologia di persona estremamente importante da saper riconoscere e da evitare, almeno se quello che desideri è una vita piena e felice.

Spero con questo articolo di essere riuscito a fornirti le conoscenze base necessarie a farlo 🙂

Hai mai avuto a che fare con un vampiro emotivo?

Ti invito a condividere la tua esperienza nei commenti 🙂

Un abbraccio,

Luca

Lascia un Pensiero